come spiare telegram

Come spiare Telegram: La guida definitiva sul metodo e le ragioni per farlo

Quando Telegram nacque, molte persone lo additarono come la possibile alternativa allo strapotere di WhatsApp, ma nel corso del tempo questi due sistemi di messaggistica istantanea sono arrivati a convivere. Proprio per la presenza di numerose alternative, è facile dimenticare quante persone e quanti messaggi vengono scambiati ogni giorno su questa piattaforma, ma si stimano che ci siano al momento 55 milioni di utenti attivi al giorno su Telegram.

Questi milioni di utenti si scambiano ogni genere di messaggio, da quelli più innocenti fino a quelli più segreti e maliziosi (magari comprese foto e video), non per niente sempre più persone si chiedono come spiare Telegram.

Il desiderio di leggere la mente di un’altra persona è da sempre esistito in chiunque e grazie alla tecnologia possiamo arrivarci il più vicino possibile: quanto della vita privata di una persona è possibile scoprire tramite un hack di Telegram?

In questo articolo vedremo il metodo migliore per spiare Telegram e scopriremo quali sono le categorie di persone che vanno alla ricerca di un metodo simile, ascolteremo le loro ragioni e daremo una risposta alle loro necessità. 

Le ragioni per spiare i messaggi Telegram 

Per capire come funzionano i vari strumenti nati per spiare i messaggi di Telegram, è necessario concentrarsi sul bisogno che ha portato a questa invenzione. Perché una persona dovrebbe cercare di hackerare Telegram?

Il mondo è bello perché è vario e ogni caso è diverso dall’altro, ma in genere possiamo racchiudere le aspiranti spie in tre grandi gruppi.

Controllo parentale 

Nella prima categoria troviamo i genitori: per quanto possa sorprendere che una mamma o un papà si ritrovino a cercare un metodo su come spiare i messaggi di Telegram, in realtà è sufficiente pensare alle preoccupazioni che dei genitori possono nutrire nei confronti dei figli per comprendere.

Si dice che i bambini del ventunesimo secolo crescano prima di quelli che li hanno preceduti: si entra sempre prima in contatto con il mondo elettronico e di Internet e la maggior parte dei ragazzi cela i propri segreti all’interno dello smartphone.

Associando questa maggiore esposizione alla tipica difficoltà di comunicazione che esiste tra genitori e figli, è facile capire come spiare le chat di Telegram diventi talvolta l’unico appiglio per assicurarsi del benessere dei propri ragazzi.

Sono molto diffuse le storie di ragazze che hanno condiviso foto e video e si sono ritrovate esposte sul web, così come di ragazzi che hanno subito enormi atti di bullismo online e sono arrivati a fare gesti estremi. Siamo sempre soliti pensare che lo stesso non possa accadere a noi, ma era la stessa cosa che pensavano anche quei genitori.

Infedeltà coniugale 

Chiaramente se è l’amore e l’affetto ad essere una delle maggiori spinte nella ricerca di un metodo su come spiare Telegram senza il telefono della vittima (basti pensare all’attaccamento morboso di alcuni ragazzi con il proprio smartphone), non ci sorprende scoprire che la seconda categoria è popolata dalle coppie in cui si è insinuato il dubbio del tradimento.

Fidanzati che cominciano a comportarsi in modo sospetto, compagni che passano sempre più tempo a lavoro e in palestra e che ti vietano l’accesso al loro telefono: non ci vuole poi molto per pensare di essere a rischio, soprattutto considerata l’alta incidenza che l’adulterio ha tra le coppie nel mondo.

Come hackerare il Telegram del ragazzo, allora? Questa diviene l’unica domanda che sembra poter dare pace alle nostre preoccupazioni, prima che il dubbio ci divori dall’interno e rovini anche le relazioni in cui, in realtà, non c’era niente da temere. 

Sicurezza lavorativa 

Infine, arriviamo alla terza categoria: spiare le conversazioni Telegram può sembrare un grosso azzardo da parte di un datore di lavoro nei confronti dei propri dipendenti, ma non è così assurdo quando pensiamo a che impatto determinate conversazioni (sui dispositivi aziendali) possono avere all’interno di una realtà lavorativa.

Un messaggio che contiene le informazioni sbagliate può non solo distrarre un dipendente, ma mettere a rischio l’intera sicurezza dell’azienda.

Per questo motivo avere un certo controllo sui dispositivi aziendali (previa comunicazione) permetterà ai datori di lavoro di aumentare la produttività ed evitare fughe di informazioni potenzialmente letali. 

Come hackerare Telegram tramite spyware?

hack telegram

Una volta individuate le cause che possono spingere le persone più disparate a un gesto estremo come l’hacking di un account Telegram, è lecito chiedersi come sia possibile farlo. D’altronde stiamo parlando di un sistema di messaggistica istantanea che viene utilizzato abitualmente da milioni di persone, quindi è logico pensare che non sia così facile fare breccia nel suo sistema di sicurezza.

Per quanto questo sia vero, ad oggi esistono delle applicazioni che sono state sviluppate proprio con questo scopo, sono molto facili da utilizzare e hanno un’alta percentuale di successo.

Tra tutti questi programmi, sicuramente quello che svetta in particolare è mSpy, la quale gode di ottime recensioni online e permette di ottenere un controllo praticamente completo su Telegram.

I benefici di un programma hack per Telegram

In particolare, è possibile leggere sia le conversazioni normali che quelle segrete, aggirando il sistema di criptazione di Telegram, famoso per essere uno dei più sicuri.

Una volta installata questa applicazione, infatti, la spia potrà leggere anche le conversazioni che verranno eliminate appena ricevute, così come tenere traccia dei media (video, foto, sticker, emoji) inviate tra i due interlocutori.

In generale le funzioni di questa applicazioni piegate a Telegram sono le seguenti:

  • Accesso ai messaggi ricevuti e inviati con qualsiasi destinatario.
  • Lettura della corrispondenza anche nel caso di cambio dell’account.
  • Backup dei media e delle conversazioni segrete.
  • Lettura dei gruppi e dei canali a cui l’utente fa parte.

In generale, è sufficiente pensare a ciò che potresti vedere tenendo in mano il telefono bersaglio e scorrendone l’account Telegram per intuire quali informazioni potresti verificare.

Una volta chiarite le funzioni e la sicurezza di questo metodo, è lecito chiedersi come funzioni esattamente l’applicazione. Il processo, comune in altri programmi di questo tipo, prevede quattro passi e in genere sono sufficienti pochi minuti per ottenere il risultato sperato.
È importante ricordare, però, che anche con l’app migliore del mondo, sarà sempre necessario avere un accesso fisico al telefono in questione almeno una volta.
Tutte le soluzioni che promettono un risultato miracoloso conoscendo solo il numero di telefono e da remoto, non sono degne di fiducia, in quanto spesso possono esporti a un rischio di sicurezza facendoti fare azioni dannose per te e per il tuo bersaglio.
Fatta questa doverosa precisazione, vediamo quali sono i quattro passi da seguire per iniziare ad hackerare Telegram.

Passo 1. Registra il tuo account mSpy

Il primo passo da compiere è la vera e propria registrazione sul sito di mSpy. Come ci ha abituato Internet, sarà necessario scegliere un indirizzo email e una password che poi dovrai utilizzare in seguito per effettuare l’accesso al pannello di controllo.
Un passo relativamente semplice, ma che potrebbe complicarsi nel caso in cui la persona di cui si vogliono leggere i messaggi Telegram condivida la tua stessa dimora e/o apparecchi elettronici.
In questo caso, infatti, è consigliabile prendere qualche precauzione in più, utilizzando una nuova email creata appositamente per questo scopo, per non destare sospetti in altre persone.
Anche durante l’utilizzo stesso del pannello di controllo, di cui parleremo nel quarto punto, è bene prendere provvedimenti che non lascino traccia della tua navigazione.

Passo 2. Scegli un dispositivo e scarica l’app

Una volta fatta la registrazione, sarà necessario scegliere il sistema operativo bersaglio. Attenzione: scegli il sistema operativo del telefono della persona che vuoi spiare, non il tuo.
Hai la possibilità di scegliere tra Android e iOS e il processo di installazione è molto simile in entrambi i casi, ma nel caso di un iPhone c’è la possibilità di aggirarlo utilizzando i dati di accesso dell’account iCloud della vittima.
In caso non si sia in possesso di queste informazioni o si voglia installare l’applicazione su un dispositivo Android, sarà necessario fare una breve preparazione (attivando la possibilità di installazione dei programmi esterni, ad esempio) e quindi scaricare l’applicazione dal link fornito al momento della registrazione.

Passo 3. Scegli il tuo piano

Tutto questo sarà possibile una volta scelto il piano di abbonamento. mSpy deve la sua efficacia all’enorme lavoro di sviluppo e di continuo aggiornamento dei suoi programmatori, per questo è accompagnata da un costo mensile e/o annuale che l’utente può scegliere (in chiusura dell’articolo parleremo dei metodi gratuiti).
Questi abbonamenti sono pensati per venire incontro alle esigenze dei diversi utenti, in quanto in alcuni casi si può cercare un controllo temporaneo e in altri si desidera un risparmio economico acquistando l’opzione annuale.

Passo 4. Comincia a monitorare dal tuo pannello

Una volta svolto il passaggio di installazione, non ti resta che raccogliere i frutti del tuo lavoro. Infatti non dovrai far altro che accedere al tuo pannello di controllo, dove troverai un’interfaccia estremamente facile da gestire che ti fornirà tutte le informazioni non solo dell’account Telegram del tuo bersaglio, ma più in generale del suo dispositivo mobile. 

Come iniziare e installare un’app spia sul telefono di qualcuno? 

Cosa si può ottenere usando mSpy, a parte spiare le conversazioni di Telegram?

hackerare telegram

Sebbene mSpy sia indubbiamente efficace su Telegram, uno dei suoi principali punti di forza è la sua capacità di adattarsi alle esigenze dei vari utenti. Infatti, questo programma permette di seguire i movimenti del suo bersaglio anche nel caso in cui questi si sposti al di fuori di questa applicazione, così da non perderne traccia per alcun motivo.

Tra le varie funzioni aggiuntive di cui gode mSpy, troviamo:

  • Leggere tutti i messaggi inviati e ricevuti sulle varie piattaforme (Telegram, SMS, Messenger, WhatsApp).
  • Registro delle telefonate.
  • Navigazione su browser.
  • Individuazione della posizione tramite GPS.
  • Registrazione dello schermo.

Non sorprende, considerato il controllo certosino garantito dall’applicazione, che una vasta platea di utenti più disparati faccia uso di mSpy per mettere a tacere le proprie preoccupazioni.

È possibile spiare Telegram gratuitamente?

Avevamo introdotto questo argomento in precedenza, ed è arrivato il momento di espanderlo maggiormente. L’idea di pagare un’applicazione per spiare i messaggi Telegram potrebbe non entusiasmare molti utenti, sebbene il pagamento in sé (soprattutto in forma di abbonamento) testimonia la qualità e la costanza del servizio.

Creare un’applicazione di questo tipo vuol dire affrontare degli enormi costi di gestione, per questo nessuna azienda o portale serio potrebbe permettersi di offrire un programma funzionante di questo tipo gratuitamente.

Nonostante questo, non è raro vedere online siti che promettono soluzioni immediate, facili e soprattutto gratuite per raggiungere questo scopo. Per quanto sia impossibile assicurare l’intento malevolo di tutte queste realtà, è innegabile che buona parte di questi siti siano ingannevoli verso l’utente stesso, premendo sulle sue necessità per spingerlo a compiere azioni sconsiderate, come il condividere i propri dati personali con degli sconosciuti.

Quando si parla di sicurezza e di privacy, è meglio investire una piccola somma di denaro in un’applicazione con una storia alle spalle che puntare al risparmio con un portale sconosciuto e appena creato.

L’unico modo per accedere gratuitamente a Telegram di qualcuno è tramite la versione browser di Telegram. Affinché questo metodo funzioni con successo, è necessario:

  1. Prendere il dispositivo dell’obiettivo per un paio di minuti.
  2. Aprire la versione browser di Telegram.
  3. Una volta che si vede il codice QR, è necessario scansionare.

Una volta che hai fatto i passaggi di cui sopra, puoi iniziare a leggere i messaggi Telegram del tuo obiettivo.

Si noti, tuttavia, che questo metodo ha i suoi limiti. In primo luogo, non si ha sempre la possibilità di afferrare il telefono di qualcuno, per non parlare del fatto che il cellulare potrebbe essere protetto da un codice di accesso. In secondo luogo, alcuni utenti hanno attivato le notifiche di accesso. Ciò significa che l’utente riceverà una notifica che c’è un login da un dispositivo di terze parti.

Conclusione sullo spiare Telegram 

Siamo arrivati così alla conclusione di questo approfondimento su come spiare Telegram. Naturalmente stiamo parlando di un metodo estremo e nessuno vorrebbe essere costretto ad arrivare a tanto, ma ci sono momenti nella nostra vita in cui veniamo divorati da dubbi e preoccupazioni, così come ci sono momenti in cui rimpiangiamo il non aver saputo di una determinata cosa prima di quando l’abbiamo scoperta.

In tutti questi casi, mSpy si rivela essere un valido alleato per prevenire i problemi alla radice e per tutelarsi anche nelle relazioni più intime e personali, in quelle dove tendiamo a esporci e a rischiare un colpo ancor più doloroso, proprio perché inaspettato.

Talvolta, d’altronde, non è neanche necessario controllo continuo e spasmodico di ogni azione, ma la conferma che una persona si trovi dove dovrebbe essere e che faccia quello che dice di fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *