come hackerare instagram

Come hackerare Instagram: Tutto per spiare e proteggersi

Tra le tante domande che attanagliano l’umanità, nessuno poteva pensare che un giorno sarebbe apparsa anche “Come hackerare Instagram?”, però oggi la sua presenza non sorprende.

Instagram ha goduto di un’enorme popolarità nel corso degli anni e se oggi vogliamo sapere i segreti di una persona che ci è vicino e questa rientra nel range dai 18 ai 44 anni, allora questa piattaforma è la nostra porta verso il suo nascondiglio.

Potresti considerare poco etico un tentativo di spionaggio, ma in molti casi è la preoccupazione a spingerci verso scelte estreme: genitori che sono in ansia per i propri figli, datori di lavoro che temono di vedere sfumare la propria azienda a seguito di vendite di informazioni e coppie in cui si è insinuato il dubbio del tradimento.

Sia che tu voglia scoprire dei segreti o proteggere i tuoi, scoprire come funziona il tipico Instagram hack è essenziale per correrei ai ripari. 

Hackerare Instagram: Come funziona? 

Stiamo parlando di una delle piattaforme più usate al mondo, per questo hackerare Instagram può rivelarsi essere un’impresa non propriamente facile, se non utilizzando i corretti strumenti.

La maggior parte delle tecniche adibite allo spionaggio di questo tipo (come le app per controllare Instagram) sfruttano l’ingenuità di una persona per garantire l’accesso ai suoi messaggi privati (ovvero i direct), foto, video e altro ancora.

Ma anche quando si parla di app per hackerare Instagram, come funzionano in genere? 

Passo 1. Registra il tuo account sul sito di un programma di controllo 

Il primo passo è sempre lo stesso: dovrai registrare un account che ti servirà come punto di accesso per poter controllare l’attività di spionaggio.

Si tratta di un passo abbastanza basilare, in quanto ti basta disporre di un indirizzo e-mail e di una password per il log in. 

Passo 2. Conferma le tue informazioni di contatto 

Il secondo passo nella tua carriera da Instagram hacker è quello di verificare le tue informazioni di contatto, solitamente tramite un codice che viene inviato via email o telefono.

A tal proposito è opportuno fare attenzione, in quanto alcune persone ingenuamente utilizzano un’e-mail a cui ha accesso anche il proprio bersaglio da spiare, facendosi scoprire prima ancora di attuare il proprio machiavellico piano.

Vuoi sfruttare appieno la tua Instagram hacker app? Potrebbe essere una buona idea quella di creare un’e-mail dedicata. 

Passo 3. Controlla il tuo pannello di controllo 

Una volta completati i passi precedenti, avrai finalmente accesso al pannello di controllo, tramite il quale potrai avere una visione pressoché completa del dispositivo che hai deciso di spiare.

Passo 4. Installa il programma sul dispositivo bersaglio 

Ebbene sì: ogni programma per il controllo dell’attività su un dispositivo richiede di essere installato su di esso. Questo potrebbe far preoccupare non poco una potenziale spia, in quanto a che serve cercare come hackerare su Instagram se poi è comunque necessario avere in mano il cellulare della vittima?

A tal proposito, ti ricordiamo tre fondamentali aspetti da tenere a mente:

  • L’installazione dell’applicazione, solitamente, non richiede più di 5 minuti. Estremamente fattibile fingendo di dover fare una telefonata di emergenza o sfruttando un momento di disattenzione.
  • L’accesso è necessario solo durante l’installazione, dopo la quale sarà possibile effettuare un controllo continuo da remoto.
  • L’app è praticamente invisibile una volta installata e la sua presenza è sottolineata solo da un piccolo maggior consumo di batteria e connessione dati, solitamente non rilevabile.

Se ti chiedi come controllare Instagram, basta seguire i passaggi qui sopra, e sei a posto.

 La migliore app per controllare Instagram 

Naturalmente, abbiamo riassunto i vari passaggi ma possono esserci piccole differenze tra un’app e l’altra. Nel nostro approfondimento abbiamo preso in esame mSpy, la migliore app di spionaggio per Instagram attualmente in circolazione.

mSpy, infatti, riesce a conquistare il vertice di tutte le classifiche del settore grazie all’unione di tre fattori fondamentali per la riuscita della tua attività di spionaggio.

La prima è la presenza di numerose funzioni che la rendono adatta a ogni tipo di utente, tra cui:

  • Controllo dei direct inviati e ricevuti da parte di ogni utente.
  • Visualizzazione dei profili privati e secondari.
  • Salvataggio dei media (foto e video) scambiati tra due o più persone.
  • Accesso totale al’account Instagram e a tutte le sue funzioni.

La seconda è il costo estremamente ridotto: come ogni app, anche mSpy offre un abbonamento mensile e annuale, ma si rivela essere molto più economico rispetto ad altri programmi con minor funzioni.

Infine, stiamo parlando di un’app con numerose recensioni positive e testimonial, una garanzia necessaria quando si parla di sicurezza e di privacy, soprattutto al giorno d’oggi.

instagram hack

Instagram hack senza installare programmi 

In termini di efficienza, un’applicazione nata e sviluppata per permetterti l’accesso all’account Instagram di qualcun altro è sicuramente l’opzione migliore che puoi sfruttare e da cui devi imparare a difenderti.

Nonostante questo, per amore di completezza e per individuare altri potenziali pericoli che puoi evitare, andiamo a scoprire altri metodi che non richiedano necessariamente l’installazione di un’applicazione.

La maggior parte di questi è funzionale solo in specifici casi, ma vale comunque la pena parlarne. 

Password salvata nel browser 

L’approccio della maggior parte delle persone con le proprie password è uno dei punti di debolezza maggiore per quanto riguarda la sicurezza online.

Tra le varie pessime abitudini, abbiamo quella di salvare i nostri dati di accesso su un browser così da poter velocizzare e automatizzare il processo di log-in.

Per questo motivo se riusciamo ad avere accesso al browser della nostra vittima, non solo possiamo sfruttare l’accesso automatico, ma possiamo anche entrare nel catalogo di password salvate dall’utente e annotarci a parte quella che ci interessa maggiormente.

Per nostra fortuna, pochissime persone accedono a Instagram tramite browser a causa delle poche funzioni di cui gode su computer, ma è comunque un aspetto da tenere a mente.

Ingegneria sociale 

Con il termine “Ingegneria Sociale”, si intende l’arte finalizzata al raggiro e alla persuasione di una persona tramite le skill di socializzazione. È quanto viene sfruttato per installare un’app spia sul telefono, come abbiamo visto in precedenza, e consiste nel creare un ambiente di fiducia in cui farsi prestare il telefono non risulti essere sospetto.

Si tratta di un’abilità che viene raffinata nel tempo, quindi attenzione a dare il vostro smartphone anche a chi considerate amico. 

Phishing 

Il Phishing è un tipo di truffa più avanzato e difficilmente applicabile da parte dell’utente medio: nato per rubare le informazioni bancarie delle aziende, negli ultimi anni è stato diffuso anche contro gli individui.

In genere la truffa funziona in questo modo: viene inviato un messaggio o un’e-mail alla vittima con un link da aprire fingendosi una persona di fiducia o un organo importante (come ad esempio la banca).

Il link, una volta aperto, può causare due effetti:

  • Installazione di un keylogger sul dispositivo che tiene traccia di tutto ciò che viene fatto su di esso.
  • Furto dei dati personali quando l’utente li andrà a inserire su un sito apparentemente ufficiale ma in realtà falso.

Il consiglio è chiaramente quello di fare attenzione nell’aprire e-mail e messaggi sospetti. 

Cambio della password 

Un buon modo può essere quello di utilizzare le domande di sicurezza per cambiare la password di un account su cui non è stata attivata la verifica in due fattori (ne parleremo a breve). Ma in genere gli account possono essere recuperati contattando l’assistenza e questo genere di furto è molto evidente e per questo non suggerito per chi vuole muoversi nella furtività.

Come proteggere il tuo profilo?

Dopo aver visto i vari metodi che gli hacker di Instagram possono sfruttare per entrare nel tuo account, facciamo un veloce ripasso degli standard di sicurezza da mantenere per ridurre al minimo i tuoi rischi. 

Utilizza una password sicura

Non riutilizzare la tua password su diversi portali e fai sì che questa contenga lettere, numeri e simboli in modo da essere più difficile da indovinare possibile. Evita password basate su informazioni personali come compleanni e anniversari. 

Attiva la verifica in due fattori

Immancabile: invia un messaggio con codice al tuo telefono o e-mail ogni volta che qualcuno prova ad accedere al tuo profilo. Anche se sanno la password, non potranno comunque entrare. 

Utilizza un buon PIN di sblocco 

I telefoni moderni usano l’impronta digitale o il riconoscimento facciale, ma se non ti fidi di questi metodi o vuoi inserire un PIN o un segno di sblocco per sicurezza, assicurati che non te lo vedano mai inserire e che non sia facilmente intuibile.

Non usare il Wi-Fi pubblico 

Utilizzare una rete pubblica ti espone ad attacchi di sicurezza con grande facilità. Esiste una tecnica, chiamata Wi-Fi Sniffing, che si basa proprio su questo. Stai alla larga da queste connessioni, se possibile. 

In conclusione: Instagram hacker app e privacy 

Un’ultima nota giunge infine: il tuo telefono è il portale alla tua privacy, assicurati di condividerlo con meno persone possibili e assicurati di averlo sempre sotto controllo quando decidi di prestarlo. Non fidarti mai di chi prende il tuo telefono e se ne va altrove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *